Giurie

LO STILE DEL GIORNO di FABRIZIO PASANISI

venerdì, 15 Giugno 2012

Ma c’è un terzo elemento che mi ha permesso di venire a capo – ammetto, non senza difficoltà – di questo lavoro: riguarda me stesso, il mio contributo di osservatore diretto. Già, perché io, c’ero. Non posso dire di essere stato un vero amico di persone di tale fama e grandezza, ma, insomma, pure feci parte, a tratti, del loro panorama, del loro milieu. Non potevo pretendere di essere chiamato per nome, o che mi fosse rivolto il ‘tu’ confidenziale da Thomas Mann – e, d’altra parte, chi ebbe mai un tale privilegio! –, né mi pregio di figurare tra i destinatari di una poesia di Bertolt Brecht, neanche nei panni del più meschino tra gli irrisi. Non posso vantarmi insomma di avere ispirato un loro rigo sebbene attingessero, a piene mani, dalla realtà che li circondava, o di aver ricevuto da quei due eccelsi una lettera, una breve epistola, un messaggio, la firma su un libro, con un pensiero accluso, tutto per me… Però, io c’ero, posso garantirlo, ero lì, nei paraggi, li seguivo, spuntavo, ogni tanto, e, soprattutto, li guardavo, li ascoltavo, cercavo di capirli, di assimilarli. Trascrivevo una frase, una sentenza, segnavo un appunto sul mio taccuino, collezionavo intanto immagini dell’epoca, ed è pertanto tutta opera mia, ne vado piuttosto orgoglioso, quel tentativo di illustrazione che accompagna il lavoro – saggio, romanzo, fate voi… –, e lo completa, alla ricerca di un nesso, di un legame tra questi due tedeschi, così vicini, così diversi…
 

 

I CONCORRENTI SEGNALATI NELLA XXV EDIZIONE

giovedì, 7 Giugno 2012

L’Associazione per il Premio Italo Calvino comunica i nomi dei CONCORRENTI SEGNALATI DAL COMITATO DI LETTURA

Antonio Bigini, Code a tratti sulla Via Lattea
Roberto Cosenza, Le lune del cranio
Francesco Cozzolino, Ael
Marco D’Alba, Caibele
Lucio Di Cicco, La bottega del pane
Cinzia Di Mauro, Storia vera di un killer nano
Valeria Esposito, La figlia di Ulisse
Ilaria Ferramosca, Dario Mazzeo, Vittorio Rainone, Marco Villasmunta, Qualche altra cosmicomica. Racconti dal cugino di Qfwfq
Silvia Freddi, Manuale tecnico per l’allevamento dei polli
Roberto Gandus, Il pesce appeso al soffitto
Alessandro Garigliano, Mia moglie e io
Matteo Giancotti, Ne ho sentito parlare
Andrea Guaitoli, Campo interno
Marco Gualersi, Miscellanea
Paolo Latini, I meli gemelli fanno Bauhaus
Maurizio Listone, Non date udienza!
Davide Martirani, La preda e altri racconti
Armando Minuz, Ho portato sulle spalle mio padre
Silvia Montemurro, L’inferno avrà i tuoi occhi
Francesca Pirrone, Alle sette di notte
Raimondo Quagliana, Sarò breve (cose, persone, cani e altri scompigli)
Roberto Risso, Il vuoto negli occhi
Roberto Scorza, L’onda cieca
Claudio Mario Tozzi, Forte l’amore come la morte

 

L’EREDITÀ DEI CORPI di MARCO PORRU

venerdì, 25 Maggio 2012

L’eredità dei corpi
Marco Porru
Nutrimenti
finalista XXIV edizione – 2011

Raniero e Gabriele sono due adolescenti difficili, molto diversi tra loro, ma ugualmente smarriti. Raniero è affetto da una malattia ereditaria che gli deforma la pelle e segna in profondità anche la sua psiche, alterandogli a tratti l’equilibrio mentale. Gabriele non riesce a dormire, visitato dall’insonnia che gli fa consumare sigarette e azzardate prodezze in bicicletta. Raniero ha una madre ricoverata in una casa famiglia e una zia che gli fa da madre, Rosaria, ossessionata dalla sua bruttezza e dal richiamo perverso di una disperata sessualità. Gabriele nutre un’ostilità violenta per il padre, origine delle sue crisi, della rabbia, della vertigine. Raniero segue (altro…)

IL BANDO DELLA XXVI EDIZIONE 2012-2013

martedì, 22 Maggio 2012

IL BANDO DELLA XXVI EDIZIONE 2012-2013

Per partecipare al Premio Calvino è necessario inviare il materiale sia in forma cartacea che per e-mail.

 

Facendo clic sul bando si apre la pagina che contiene:

 

– il testo del bando
– le istruzioni per iscriversi
– il modulo di iscrizione

 

IMPORTANTE!
Nelle Istruzioni viene spiegato, passo per passo, come preparare il materiale.
Nella sezione FAQ ci sono le risposte alle domande più comuni.
Invitiamo a leggere con attenzione tutti i punti delle Istruzioni e a visitare la sezione FAQ prima di rivolgersi alla Segreteria.

 
 

LE SCHEDE DI LETTURA DELLA XXV EDIZIONE 2011-2012

Come indicato anche nella sezione FAQ, i concorrenti della XXV Edizione riceveranno le schede di lettura delle loro opere entro il 31 luglio.

 

L’ETÁ LIRICA di LETIZIA PEZZALI

mercoledì, 9 Maggio 2012

L’età lirica
Letizia Pezzali

Dalai Editore
Finalista XXIV edizione

Nel vagare distratto di Mario Geranio fra l’esame di maturità che si avvicina e brevi e fragili relazioni con coetanee, irrompe un incontro che sembra infine dare un senso alla sua esistenza, offrendogli una superficie in cui riflettersi: Adrián, il «ragazzo di cenere», un compagno di scuola visto alla fermata dell’autobus, che in seguito (altro…)

THOMAS JAY di ALESSANDRA LIBUTTI

mercoledì, 9 Maggio 2012

Thomas Jay
Alessandra Libutti
Fazi Editore
Finalista XV edizione

Thomas Jay è uno scrittore di culto. Dal chiuso di una cella racconta la sua incredibile storia: dall’infanzia turbolenta al carcere, al riscatto attraverso la letteratura, all’amore.

Dopo un’infanzia povera ma fantasiosa accanto a una nonna rivoluzionaria e una zia amorevole, Thomas Jay viene spedito in America. A dodici anni entra per la prima volta (altro…)

LA FAGLIA di MASSIMO MIRO

mercoledì, 9 Maggio 2012

 

 

 

 

 

La faglia
Massimo Miro
segnalato XXIV edizione

Goffredo Mezzasalma è un cinquantenne affermato. Ingegnere, vive a Milano, ha una moglie, una figlia, dirige la fabbrica del suocero che vigila sui suoi tentativi di evasioni extraconiugali. Trent’anni fa è arrivato da Torino, con una fuga seguita da rientri a casa sempre frettolosi, per visite in famiglia nel vecchio palazzone popolare, con orrore da parte della consorte snob. Il vero ritorno è quello che Goffredo fa oggi, richiamato dal risveglio improvviso di Jumbo, l’amico in coma dal lontano 1978 a causa di una misteriosa aggressione. Jumbo che per prima cosa ha chiesto di vedere Goffredo Mezzasalma, alias Gomez nelle comuni scorribande metropolitane di fine anni Settanta. Il viaggio e il pensiero di riabbracciare l’amico tornato alla vita dopo 32 anni costringono Goffredo/Gomez alla resa dei conti con un passato pazientemente messo in sordina nei ricordi, con una storia rimossa che si snoda nei giorni e nelle notti di un gruppo di ragazzi sempre al limite dell’illegalità, fra furti, risse e scippi compiuti in un territorio che va dalle estremità suburbane al centro della città storica. Due dimensioni collegate, e al tempo stesso divise, da una strada ferita con un taglio profondo, ostile a ogni tentativo di riparazione: la Faglia. Nei sotterranei di quella storia rimossa è chiusa l’impresa eclatante tentata dalla sgangherata banda: prelevare Aldo Moro da un covo delle Brigate Rosse, e sottrarlo così al suo tragico destino.

Il vincitore e i segnalati della XXV Edizione

venerdì, 4 Maggio 2012

L’ASSOCIAZIONE PER IL PREMIO ITALO CALVINO

Rende noto il comunicato della Giuria che decreta il vincitore e i segnalati della XXV Edizione

 

La Giuria decide di assegnare il premio al romanzo A viso coperto di Riccardo Gazzaniga per la capacità di coinvolgere il lettore facendolo penetrare negli universi paralleli, e poco noti, delle forze dell’ordine e degli ultrà,  illustrandoli con una complessa macchina narrativa caratterizzata dalla molteplicità di punti di vista e da una scrittura asciutta e scorrevole adeguata alla materia, non rifuggendo, coraggiosamente, dal mostrare luci e ombre di entrambi gli universi.
La Giuria decide inoltre di segnalare La casa di Edo di Paolo Marino, un testo di intensa qualità letteraria, che, affidandosi a un misurato registro tragicomico, riesce nella sottile impresa di raccontare l’esistenza di un adolescente fondata sul sospendersi della vita e dalla vita, nella più totale segregazione dal mondo esterno fino all’autoannullamento.
La Giuria ritiene infine di segnalare Lo stile del giorno di Fabrizio Pasanisi per la sorprendente e appassionante capacità di ricostruire ‒ sullo sfondo della grande storia del Novecento e intrecciandole in un ben strutturato impianto narrativo, sulla linea di frontiera tra saggistica e fiction  ‒ le biografie di Thomas Mann e di Bertolt Brecht, avvalendosi di una profonda e accurata conoscenza della loro opera.

 
 

La Giuria:

 

Renato Barilli

Massimo Carlotto

Fabio Geda

Melania G. Mazzucco

Giorgio Vasta