FAQ

PARTECIPAZIONE.

Chi può partecipare al Premio Calvino?
Il Premio Calvino è rivolto a opere di narrativa inedite di autori esordienti (che non abbiano dunque pubblicazioni precedenti di opere narrative). Sono ammesse delle eccezioni (cfr. punto 3 del Bando). Le opere possono essere sia romanzi che raccolte di racconti.

C’è alternativa all’invio delle copie cartacee (si può effettuare un’iscrizione completamente online)?
Normalmente no, tuttavia alla XXXIV ed. (2020-2021) sarà eccezionalmente possibile partecipare anche senza inviare i manoscritti cartacei. L’iter da seguire rimane lo stesso, ma in fase di iscrizione sarà possibile scegliere se stampare e spedire autonomamente i manoscritti (OPZIONE A) oppure incaricare della stampa il Premio (OPZIONE B). Il file del manoscritto andrà comunque caricato nel modulo di iscrizione, il resto della procedura non cambia. Tutti i dettagli su costi e modalità sono disponibili nella sezione Istruzioni per l’iscrizione.

Ho già pubblicato: online/con autopubblicazione/con un’edizione a pagamento. Posso partecipare? (punto 3 del Bando)
Sì. Sono ammesse le autopubblicazioni (sia cartacee che e-book), le pubblicazioni a pagamento o con obbligo di acquisto di copie/servizi, su Internet, su riviste, le edizioni a distribuzione locale o a cura di associazioni culturali o di enti locali. L’importante è che l’autore sia in possesso dei diritti dell’opera con la quale intende partecipare. Se l’autore non è l’unico possessore dei diritti sull’opera, non è possibile partecipare con lo stesso testo: bisogna inviare materiale diverso.

NOTA DEL DIRETTIVO AL PUNTO 3 DEL BANDO
Il criterio cui ci atteniamo in questo campo per l’ammissione al concorso di un testo si può così sintetizzare: consideriamo alla stregua di opere inedite le opere che non abbiano affrontato un vaglio critico esterno (di editor o di editori), come sono appunto le autopubblicazioni e quasi sempre le edizioni a pagamento. Analogamente consideriamo “inedite” le opere che siano state stampate in un numero esiguo di copie o ne abbiano vendute in quantità irrisoria. Evidentemente tali libri non possono aver avuto una circolazione adeguata.
Riguardo a tali scelte potranno esserci in futuro delle modificazioni sulla base di quanto avverrà in campo editoriale che, com’è noto, è in accelerata trasformazione. Per i concorrenti farà sempre e comunque fede quanto scritto nel bando.

Posso partecipare con lo stesso racconto contenuto in un’antologia? (Punto 3 del Bando)
Se l’antologia è stata pubblicata sotto forma di libro autonomo (sia cartaceo che e-book) e l’autore non è l’unico possessore dei diritti sul suo testo, non è possibile partecipare con lo stesso racconto: bisogna inviare materiali diversi.

Sono iscritto o vorrei iscrivermi anche a un altro concorso letterario, posso partecipare?
Noi non chiediamo l’esclusiva perciò è possibile partecipare contemporaneamente anche ad altri concorsi. L’opera tuttavia deve rimanere inedita, per cui la vincita di un altro concorso di narrativa, che preveda da bando la pubblicazione dell’opera vincitrice, comporta l’automatica decadenza dal Premio (a meno che non venga presentata documentazione scritta di rinuncia a tale pubblicazione).

Se il mio testo è già stampato sotto forma di libro (per esempio autopubblicazione mediante ilmiolibro.it e simili), posso inviarlo in luogo del manoscritto?
Sì. Le copie devono comunque essere due.

Posso partecipare con più di un’opera?
Sì, basta trattare ciascuna opera autonomamente dal punto di vista dell’iscrizione, del pagamento della quota e dell’invio del materiale. Questo vale anche nel caso di più volumi appartenenti alla stessa serie o saga.

È possibile partecipare con un’opera scritta a quattro o più mani?
Sì. Per quanto riguarda le opere scritte a quattro mani, è possibile partecipare se entrambi gli autori hanno i requisiti richiesti dal Premio. L’iscrizione andrà effettuata a nome di uno degli autori, mandando poi una mail all’indirizzo iscrizioni@premiocalvino.it con tutti i dati e i documenti del secondo autore, specificando in oggetto “titolo – dati secondo autore”. Sul frontespizio del manoscritto andranno indicati entrambi i nomi.
Non prendiamo in considerazione opere scritte “collettivamente” da tre o più autori.

Il Premio valuta opere illustrate e/o libri per bambini-ragazzi?
No. Questo genere di opere non viene preso in considerazione. Le illustrazioni sono ammesse solo se in minima quantità e se strettamente necessarie alla comprensione del testo.

È previsto un limite di età per partecipare?
No. La partecipazione è aperta ad autori esordienti di qualsiasi età (anche minorenni), purché abbiano i requisiti necessari. Per gli autori che non hanno ancora compiuto 26 anni all’atto dell’iscrizione è prevista inoltre una quota agevolata (consultare il Bando per tutti i dettagli).

MANOSCRITTO.

Cosa significa “essere in possesso dei diritti”? Devo andare alla SIAE?
No. L’autore è naturalmente in possesso della sua opera. Non è necessario depositare i diritti né sostenere alcun costo. L’opera inviata deve essere (e rimanerlo fino a fine edizione) svincolata da qualsiasi contratto che comporti la cessione dei diritti, di modo che l’autore sia libero di disporne come meglio crede. Nel caso in cui l’autore firmi un contratto di pubblicazione, cedendo di conseguenza i diritti dell’opera, questa non potrà più essere considerata da noi inedita e andrà ritirata dal premio. L’autore, a fronte della quota già pagata e del lavoro svolto dal Comitato, mantiene il diritto a ricevere la scheda di lettura.

Come faccio a sapere il numero delle battute del mio testo?
Nei programmi comunemente utilizzati per scrivere al computer è presente una funzione che visualizza il numero delle battute (denominati “caratteri”), in genere situata nel menù Strumenti.

Mi sono accorto di aver mandato il file sbagliato, posso sostituirlo/modificarlo?
In linea di massima, no. Cerchiamo di venire incontro alle necessità di ognuno, tuttavia non sempre è possibile. Occorre quindi fare molta attenzione prima di caricare il file del manoscritto alla fine del modulo di iscrizione. Solo in casi eccezionali e per comprovate ragioni verranno effettuate modifiche o sostituzioni prima della chiusura delle iscrizioni.
Non verranno apportate modiche o sostituzioni a iscrizioni chiuse.

Il file caricato è giusto ma mi sono accorto di aver stampato la versione sbagliata, posso sostituire/modificare solo il cartaceo?
Sì, è possibile provvedere a un secondo invio a proprie spese (OPZIONE A) oppure far stampare a noi, previo pagamento della quota corrispondente, una seconda copia (OPZIONE B), entro la scadenza delle iscrizioni. Non verranno apportate modiche o sostituzioni a iscrizioni chiuse.

ESITO DEL CONCORSO.

Come faccio a sapere se il mio manoscritto è arrivato in finale?
I nomi dei finalisti vengono resi noti ufficialmente e pubblicati sul sito all’incirca dieci giorni prima della premiazione. Per motivi organizzativi i finalisti verranno avvisati privatamente nel corso del mese precedente. La Segreteria non potrà fornire informazioni sull’andamento della selezione nel periodo che intercorre tra l’iscrizione e la comunicazione ufficiale dei finalisti. Ogni comunicazione verrà data esclusivamente tramite i canali del Premio (sito, social, newsletter).

Quando vengono resi noti i nomi degli autori segnalati dal Comitato di lettura?
I nomi degli autori segnalati vengono pubblicati sul sito nel mese di giugno (salvo diverse indicazioni).

Quando inviate ai concorrenti le schede del Comitato di lettura?
Le schede vengono inviate via mail a edizione conclusa: successivamente perciò alla premiazione ed entro il 31 luglio (salvo diverse indicazioni). Preghiamo di contattare la Segreteria solo ed esclusivamente se la scheda non risulta pervenuta entro settembre.

Vorrei essere seguito da un agente letterario, è ammesso? Come posso fare?
Sì. La nostra priorità è che l’opera rimanga inedita e libera da impegni contrattuali  per tutta la durata dell’edizione. L’affiancamento di un agente all’autore non inficia la partecipazione, sia che si tratti di un impegno precedente all’iscrizione sia che subentri dopo l’iscrizione al concorso. È però fondamentale che non ci sia già un contratto vincolante per il testo in concorso. Per quanto riguarda i finalisti, dopo la premiazione potranno scegliere, a loro insindacabile valutazione, se avvalersi del supporto gratuito del Premio oppure di un agente.