dediche

Pierpaolo Vettori

giovedì, 20 Settembre 2012

Grazie al Premio Calvino e alle persone appassionate e trasparenti che lo animano. Senza il loro supporto, Le sorelle Soffici sarebbero ancora nel cassetto del mio comodino.

Pierpaolo Vettori, finalista XXIII e XXIV edizione, Le Sorelle Soffici, Elliot, La notte dei bambini cometa, Antigone

DIMMI CHE C’ENTRA L’UOVO di FABIO NAPOLI

mercoledì, 12 Settembre 2012

Dimmi che c’entra l’uovo
Fabio Napoli
Del vecchio editore
Finalista 22 edizione

In quarantotto ore, Roberto Milano, giovane laureato, campione del contratto–a–tempo–determinato (o a nero), ciclista spericolato affetto da una psoriasi ansiogena, stacanovista per necessità e senza gloria, perde tre lavori: comparsa nei film porno, insegnante privato e pizza express. Gli rimane giusto un part time al bancone di uno squallido bar frequentato solo da pensionati.

Quattro lavori con cui riusciva appena a pagare l’affitto e le bollette di una stanza a Roma. L’ultima speranza è riposta nel (altro…)

LA MARCATURA DELLA REGINA di GIOVANNI DI GIAMBERARDINO

mercoledì, 12 Settembre 2012

La marcatura della regina
Giovanni Di Giamberardino
Socrates
finalista XXII edizione

Una donna morta in un cassonetto: sgozzata, completamente nuda, marcata; siamo in una traversa di via Nomentana, a Roma, davanti all’ambasciata afghana.

A partire da questa macchia si snodano le 24 narrazioni de La marcatura della regina. Una storia per ogni ora della giornata: uno spazzino e un tassista, una cameriera e una giornalista, un prete e una prostituta, un immigrato e una bambina.

(altro…)

CACCIATORI DI FRODO di ALESSANDRO CINQUEGRANI

mercoledì, 12 Settembre 2012

Cacciatori di frodo
Alessandro Cinquegrani
Miraggi edizioni

Finalista XXIII edizione

Tutte le mattine prima dell’alba, una donna esce dalla casa cantoniera giù al fiume, percorre dodici chilometri di un binario morto e si sdraia subito dopo la curva troppo stretta, aspettando il treno «che le faccia rotolare la testa giù dall’argine e nel fiume».

Tutte le mattine, un uomo percorre quegli stessi dodici chilometri per riportare a casa la moglie, sdraiata sui binari subito dopo la curva troppo stretta. Nella sua mente (altro…)

UNA GIORNATA PARTICOLARE di Eugenio Giudici

lunedì, 23 Luglio 2012

Quando alla cerimonia di premiazione mi hanno chiamato per primo ho pensato che ero l’ultimo. Ricordo che in tempi lontani, presentando le proposte di campagna pubblicitaria, io stesso cominciavo dalla meno vincente. Mi viene da sperare che abbia ragione quello che disse gli ultimi saranno i primi, o viceversa. Purtroppo non ho il dono del credere, perciò la cosa per me non vale, in compenso ho la ricchezza del dubbio e ciò torna utile in situazioni come questa. Infatti mi permette di spostare a piacimento la mia posizione in classifica, cosa che conta solo come lenitivo per i dolori da presunzione. Che non fossi il vincitore lo sapevo già, altrimenti l’avrei già saputo, più o meno è una regola generale, ma il dannato dubbio gioca scherzi anche sulle certezze più ovvie e questo è il rovescio della medaglia. (altro…)

TOC, TOC, TOC di Simona Baldelli

lunedì, 23 Luglio 2012

Non so se avete presente quella vignetta di Andrea Pazienza.

Ma sì, quella dove c’è la mosca che sbatte contro la lampadina.

Deve averci sbattuto un’infinità di volte perché Paz disegna più di un’ellissi e ci scrive vicino una serie di “toc”, “toc”, “toc”.

Se anche non avete presente la vignetta, sono sicura che avete presente la situazione.

(altro…)

SALTELLANDO SUL CALVINO di Riccardo Gazzaniga

lunedì, 23 Luglio 2012

Tutto inizia alcuni anni fa.

Con la mia fidanzata Daniela andiamo alla presentazione di “Sardinia Blues” di Flavio Soriga. Non ricordo come, ma finiamo a cena con lui, in un ristorante del centro storico. Davanti a inquietanti piatti arabi, Soriga ci racconta della sua vittoria al XIII Calvino, da cui ha avuto inizio la sua carriera di scrittore.

Mi illumino: dopo aver conosciuto decine di partecipanti compulsivi a inutili premi letterari, ecco di fronte a me il primo autore emerso da un concorso.

Decido che devo provarci anch’io, con questo Calvino, ma il problema è che non sono ancora un romanziere e ho scritto solo un mare di racconti. Ne scelgo alcuni e metto insieme un’improbabile raccolta dall’altrettanto improbabile titolo: “Veleno – Storie di sbirri e banditi”. Mi vengono i brividi, a sentirlo oggi. (altro…)

UNO SCHERZETTO di Simone Giorgi

lunedì, 23 Luglio 2012

È domenica mattina, e sei lì che giri per casa scalzo, alle spalle l’ennesima sera in cui hai annegato il precariato nell’alcol più economico. E poi sei a lutto. Ti hanno rubato il computer due settimane prima. Te lo sei fatto fregare. Come si fa a lasciare un computer in macchina? Non hai i soldi per comprarne uno nuovo, e chissà per quanto non potrai scrivere: la tua grafia è orribile, se scrivi a mano non si capisce niente. La tua compagna ti ha detto prendi il mio portatile, che problema c’è? Ma no, a lei serve più che a te. E poi vuoi vivere fino in fondo la tua umiliazione: farsi fregare il computer su cui c’erano i tuoi testi. Tutti. Raccolte di racconti, appunti, tesi, saggi, romanzi dimenticati. E gli ultimi due romanzi, quelli su cui puntavi. (altro…)