33° Edizione

Settimo finalista – Maddalena Fingerle

venerdì, 19 Giugno 2020

Vincitrice

LINGUA MADRE Paolo Prescher, bolzanino e dunque bilingue d’ufficio, è ossessionato dall’idea che le persone attorno a lui gli sporchino le parole. Ipocrisia del linguaggio e  ipocrisia del costrutto politico-sociale altoatesino sono i temi che, filtrati attraverso la sua parabola esistenziale, sorreggono il romanzo. Ma c’è un’autentica lingua-madre scevra di convenzioni? Questione senza risposta, se non drammatica.

MADDALENA FINGERLE, nata a Bolzano nel 1993, di cognome tedesco ma di lingua madre italiana, ha compiuto gli studi universitari (dapprima di Germanistica per poi specializzarsi in Italianistica) a Monaco di Baviera dove risiede. Al momento è impegnata in un dottorato sulle strategie di evasione in Tasso e Marino. Suoi racconti sono apparsi su Nazione Indiana, Neutopia, CrapulaClub.