News

In libreria “STRATEGIE PER ARREDARE IL VUOTO”, Finalista XXV edizione

mercoledì, 16 aprile 2014

Strategie per arredare il vuoto

 

Paolo Marino
Strategie per arredare il vuoto
Mondadori
Finalista XXV edizione
Menzione speciale della Giuria

 

 

L’estate ha appena iniziato ad arroventare la pianura quando una crepa si apre nella vita di Edo. La sua è l’esistenza di un normale tredicenne, reso speciale da un’immaginazione sensibile come un sismografo, che trasferisce la più piccola vibrazione della realtà nella vertigine di paesaggi surreali, in cui linee, proporzioni e colori danno vita a un mondo deformato e pulviscolare. (altro…)

Esce il romanzo Vincitore del Calvino 2013

mercoledì, 2 aprile 2014

Cartongesso

Francesco Maino
Cartongesso
Einaudi
Vincitore XXVI edizione

In letteratura, «coraggio» può voler dire molte cose. Può significare rinunciare alla guida di una trama, o scegliere una lingua impetuosa, una sintassi acrobatica, o sfuggire alla tentazione di concedere al lettore rassicurazione e conforto. Francesco Maino – alla sua prima prova – ha fatto tutto questo e molto altro, e ha scritto un libro d’inesorabile potenza, con cui ha vinto il Premio Calvino 2013. Cartongesso è un’invettiva viscerale e drammatica contro il nostro tempo, contro il Veneto attuale e contro un intero Paese, l’Italia tutta. (altro…)

LA GIURIA 2014

martedì, 28 gennaio 2014

L’Associazione per il Premio Italo Calvino è lieta di comunicare i nomi dei Giurati che valuteranno i testi finalisti e decreteranno il vincitore della XXVII edizione:

Antonia Arslan
Concita De Gregorio
Paolo Di Paolo
Barbara Lanati
Tommaso Pincio

La cerimonia di Premiazione avrà luogo a Torino il 23 Maggio 2014 alle ore 17.30 presso il Circolo dei Lettori in via Bogino 9. (altro…)

In libreria “COME FOSSI SOLO”, Finalista XXVI edizione

giovedì, 16 gennaio 2014

Come fossi solo

 

Come fossi solo di Marco Magini – Giunti, Finalista alla XXVI edizione, menzione speciale della Giuria

 

 

A Srebrenica l’unico modo per restare innocenti era morire.
Marco Magini era un ragazzino durante i terribili fatti della ex Jugoslavia, li conosceva solo dai telegiornali. Ma quando da studente si imbatte nella storia di Dražen quella vicenda diventa un’ossessione. (altro…)