News

Menzione della Giuria 27 “La circostanza”

sabato, 24 maggio 2014

Francesco Di Salvia
Una seconda menzione della Giuria va a La circostanza di Francesco Di Salvia per l’ambizione che vi traluce di costruire il grande romanzo italiano. Il giovane autore, venuto dopo ciò che racconta, stupendoci per la sua competenza, traccia un ampio affresco della storia italiana dalla Resistenza all’inizio del nuovo millennio intessendo, con sagacia e fervida immaginazione, storia politica e storia di un’imprenditoria famigliare, personaggi d’invenzione e sorprendenti cammei di “grandi” uomini, in particolare focalizzandosi, attraverso l’inedita e ironica figura di un candido senatore comunista, sulle vicende del PCI e delle sue successive entità metamorfiche.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE 2014

venerdì, 16 maggio 2014

 PREMIAZIONE PIC 2014

23 MAGGIO ore 17.30

CIRCOLO DEI LETTORI DI TORINO

PIC

 

 Saranno presenti

I Giurati Antonia Arslan, Concita De Gregorio, Paolo Di Paolo, Barbara Lanati, Tommaso Pincio

I Finalisti Gianni Agostinelli, Pier Franco Brandimarte, Francesco Paolo Maria Di Salvia, Simone Giorgi, Fabio Greco, Maurizio Maggi, Elisabetta Pierini, Francesca Pilato, Carmela Scotti.

Avviso importante: la Cerimonia è aperta al pubblico ma i posti disponibili sono limitati. All’entrata vengono rilasciati dei tagliandi per l’accesso (non prenotabili). Consigliamo pertanto di arrivare presso il Circolo dei Lettori con almeno mezz’ora di anticipo.

I Finalisti della XXVII edizione

sabato, 10 maggio 2014

L’Associazione per il Premio Italo Calvino è lieta di rendere noti i nomi dei finalisti della XXVII edizione:

Gianni Agostinelli, Perché non sono un sasso

Pier Franco Brandimarte, L’Amalassunta

Francesco Paolo Maria Di Salvia, La circostanza

Simone Giorgi, L’ultima famiglia felice

Fabio Greco, Genti a cartapesta

Maurizio Maggi, L’avamposto

Elisabetta Pierini, Notte

Francesca Pilato, Il colore turchino

Carmela Scotti, L’imperfetta

Il Comitato di lettura, fra quasi ottocento concorrenti, ne ha selezionati nove dopo letture incrociate e numerose discussioni. (altro…)

In libreria “JUST A GIGOLO”, finalista alla XXVI edizione

venerdì, 9 maggio 2014

Just a gigolo

 

Andrea D’Urso
Just a gigolo
e/o
Finalista XXVI edizione

 

 

 

Incentrato sulla figura di Pino, ex atleta che prostituendosi trova l’escamotage per condurre una vita agiata, Just a gigolo si presenta come una successione di tessere in cui vengono tratteggiati gli incontri con le facoltose (ma non sempre) donne che pagano per qualche ora di piacere. La narrazione ci porta a spiare con un accenno di elegante voyeurismo le vite delle sue clienti, che lo vedono come lo strumento per realizzare i loro inconfessati desideri. O magari, semplicemente, il loro inconfessabile desiderio di affetto. (altro…)

In libreria “DOVUNQUE, ETERNAMENTE”, Finalista XXVI edizione

venerdì, 2 maggio 2014

DOVUNQUE ETERNAMENTE :Layout 1

 

Simona Rondolini
Dovunque, eternamente
Elliot
Finalista XXVI edizione
Menzione speciale della Giuria

 

 

Per tutta la vita Laura Paliani si è sentita in dovere di essere all’altezza dei propri genitori, il padre Luigi, famoso direttore d’orchestra, e la madre Olga, altrettanto celebre cantante lirica. È una famiglia inusuale e complicata quella di Laura: si parla poco, e la musica, sempre al centro di tutto, sostituisce le parole, avvicina e allontana i tre. (altro…)

Autori segnalati dai Lettori e schede di valutazione

giovedì, 24 aprile 2014

Calendario
Ricordiamo a tutti i concorrenti che i nomi degli autori segnalati dal Comitato di lettura del Premio verranno pubblicati sul sito, su Facebook e su Twitter entro il 30 giugno.

 

Le schede di valutazione verranno inviate a ogni concorrente entro il 30 giugno, come da Bando.
Vi invitiamo a farne richiesta solo se non la riceverete entro tale data.

In libreria “STRATEGIE PER ARREDARE IL VUOTO”, Finalista XXV edizione

mercoledì, 16 aprile 2014

Strategie per arredare il vuoto

 

Paolo Marino
Strategie per arredare il vuoto
Mondadori
Finalista XXV edizione
Menzione speciale della Giuria

 

 

L’estate ha appena iniziato ad arroventare la pianura quando una crepa si apre nella vita di Edo. La sua è l’esistenza di un normale tredicenne, reso speciale da un’immaginazione sensibile come un sismografo, che trasferisce la più piccola vibrazione della realtà nella vertigine di paesaggi surreali, in cui linee, proporzioni e colori danno vita a un mondo deformato e pulviscolare. (altro…)