appuntamenti

I libri degli altri

mercoledì, 26 aprile 2017

il lavoro editoriale e lo scouting ai tempi di Calvino e oggi

incontro con Luca Baranelli e Nicola Lagioia, moderato da Mario Baudino

venerdì 5 maggio ore 18
Circolo dei lettori, Torino

 

Nell’anno della sua trentesima edizione, il Premio Italo Calvino rende omaggio al proprio nume tutelare, maestro ineguagliabile nell’occuparsi dei libri degli altri, con un incontro dedicato all’attività editoriale e allo scouting letterario. Venerdì 5 maggio alle ore 18, negli spazi del Circolo dei lettori di Torino, Luca Baranelli e Nicola Lagioia verranno interrogati da Mario Baudino per offrire, a partire dal lavoro di Calvino per la casa editrice Einaudi, uno sguardo su come si possa, anche in quest’epoca di grandi mutamenti nell’industria culturale, lavorare rispettando criteri di valore letterario, senza essere ossessionati dalle classifiche di vendita e dalle suggestioni del web.

Per il Premio Calvino, ricordare Italo Calvino significa cercare di lavorare, oggi, secondo analoghi criteri a quelli che lo hanno guidato nella sua attività editoriale: con attenzione e equilibrio, con gusto della scoperta, mettendosi sempre in secondo piano rispetto all’autore, ma non per questo rinunciando alla necessaria funzione critica. I risvolti di copertina di Calvino restano ancor oggi un modello, svolgendo in modo mirabile la loro funzione di orientamento per il lettore. Le sue scelte di narratori italiani per la collana “Centopagine” sono state spesso una sorpresa anche per i conoscitori e i lettori più avveduti, basti pensare a Un matrimonio in provincia della Marchesa Colombi o ad Amore e ginnastica di Edmondo De Amicis. La curiosità di annusare fuori del canone, la freschezza di linguaggio, l’intelligenza valutativa sono state sue qualità precipue.

L’incontro del 5 maggio fa parte di una serie di iniziative organizzate dal Premio Calvino in occasione del suo trentennale. Intenzione del Premio è quella di far sentire la propria voce sul piano critico e culturale, cercando di rivolgere il proprio occhio verso il futuro, rappresentato dagli esordienti che ogni anno vengono premiati e pubblicati, ma, allo stesso tempo, senza dimenticare mai il proprio radicamento nella migliore tradizione letteraria italiana.

 

Luca Baranelli ha lavorato dal 1962 al 1985 nella redazione di Einaudi. Si occupa da anni di Italo Calvino, di cui ha curato, per Mondadori, Album Calvino (con E. Ferrero, 1995), Lettere 1940-1985 (2000), Sono nato in America… Interviste 1951-1985 (2012). Per Quodlibet ha scritto Compagni e maestri (2016) e Una stanza all’Einaudi (con F. Ciafaloni, 2013). Con le Edizioni della Normale di Pisa ha pubblicato la Bibliografia di Italo Calvino (2007).

Nicola Lagioia ha pubblicato i romanzi Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (minimum fax, 2001, vincitore Premio lo Straniero), Occidente per principianti (Einaudi, 2004, vincitore premio Scanno), Riportando tutto a casa (Einaudi, 2009, vincitore premio Viareggio-Rapaci, vincitore premio Vittorini, vincitore premio Volponi, vincitore premio SIAE-Sindacato scrittori) e La ferocia (Einaudi, 2014, vincitore Premio Mondello e Premio Strega 2015). Dirige nichel, la collana di narrativa italiana di minimum fax. È una delle voci di Pagina 3, la rassegna stampa culturale di Radio3. Nel 2016 è stato nominato direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.

Mario Baudino è giornalista per il quotidiano La Stampa e scrittore. Ha pubblicato romanzi e saggi, tra cui Lo sguardo della farfalla (Bombiani, 2016), Per amore o per ridere (Guanda, 2008),  Il mito che uccide (Longanesi, 2004), Voci di guerra (Ponte alle grazie, 2001), Il gran rifiuto (Longanesi, 1991).

 

I libri degli altri
il lavoro editoriale e lo scouting ai tempi di Calvino e oggi
Il Premio Italo Calvino rende omaggio a Italo Calvino
con Luca Baranelli, Nicola Lagioia e Mario Baudino

5 maggio 2016 – ore 18
Circolo dei lettori
Via Bogino, 9 – Torino

Ingresso libero

 

scarica il comunicato stampa dell’evento (in formato pdf)